Come funziona una bicicletta elettrica e perché acquistarla

Le biciclette a pedalata assistita sono mezzi di trasporto molto utilizzati in diversi paesi, che negli ultimi anni si stanno diffondendo anche in Italia, grazie ad uno stile di vita sempre più sostenibile e orientato verso la tutela dell’ambiente e agli sconti e incentivi a cui si ha diritto acquistandone una.

Con una bici elettrica è possibile muoversi con tutta libertà nelle strade urbane a bassa intensità di traffico, nelle zone pedonali, nei parchi e sulle piste ciclabili, è un mezzo di trasporto valido ed ecologico per fare la spesa e lo shopping ed è ideale per andare al lavoro o a scuola senza ricorrere all’automobile, evitando quindi code e ricerca di parcheggi.

Inoltre, acquistando un modello di mountain bike elettrica, si possono anche effettuare brevi viaggi, escursioni e gite più o meno impegnative, con una fatica sicuramente inferiore se comparata all’uso di una bici tradizionale.

Con i consigli di BiciElettricaQualeScegliere.it ognuno può trovare facilmente il tipo di bicicletta più adatto al proprio stile di vita, alle abitudini quotidiane e alle strade che si desidera percorrere.

Come funziona una bicicletta a pedalata assistita

Un’e-bike, detta anche bicicletta a pedalata assistita, è sostanzialmente una normale bici con integrato nel telaio un motore elettrico, alimentato da una batteria ricaricabile. Questo permette al ciclista di ridurre la fatica, grazie all’assistenza garantita dal motore: ciò significa che la bici non viene azionata totalmente dal motore elettrico, il quale interviene solo parzialmente in base al ritmo e alla potenza della pedalata.

Questo meccanismo permette anche ai meno esperti e poco allenati di muoversi agevolmente senza stancarsi e di affrontare anche percorsi relativamente lunghi, mantenendo una velocità costante e una pedalata fluida e confortevole.

Quanti sono i modelli di e-bike attualmente in commercio

Il mercato offre oggi diversi modelli di bicicletta a pedalata assistita. Il principio di funzionamento è identico, cambia tuttavia il modello, che può essere più o meno adatto a percorrere strade di città, sterrati o addirittura sentieri di montagna. Esistono inoltre modelli pieghevoli, compatti e dall’ingombro e peso minimi, ideali da portare sul treno o da utilizzare durante le vacanze in camper o in barca.

Per il cicloturismo e gli itinerari molto lunghi si consiglia di scegliere una mountain bike o comunque una bici dal motore e dalla batteria piuttosto potenti, per muoversi con la massima libertà, mentre per la spesa e lo shopping è ideale una city bike, più leggera e meno ingombrante.

Indipendentemente dal modello, il principio di funzionamento di una bici elettrica è sempre uguale: l’assistenza del motore si interrompe nel momento in cui vengono superati i 25 chilometri orari.

Utilizzare la bici elettrica per il lavoro

Una bicicletta elettrica può costituire un valido mezzo di trasporto alternativo per raggiungere il posto di lavoro, evitando l’uso dell’auto e riducendo i passaggi sui mezzi pubblici. Le e-bike pieghevoli, leggere e versatili, possono essere trasportate tranquillamente in treno e, una volta piegate, occupano uno spazio minimo e si possono riporre tranquillamente sotto la scrivania o in un armadio.