Come ridurre la bolletta del gas: le soluzioni da mettere subito in pratica

Se anche voi siete alla ricerca di sistemi che vi permettano di abbassare il valore della bolletta del gas, ecco alcuni validi suggerimenti che potete mettere subito in pratica.

Impostare correttamente il termostato e sfruttare i bassi rendimenti

Il primo sistema per ridurre i consumi della caldaia è impostare bene il termostato. È sbagliato accendere il termostato e alzarlo a 22° C per due ore, ma è meglio lasciarlo a temperature più basse, appena 18° C, e farlo andare per più ore al giorno. È proprio così che si sfruttano i cosiddetti bassi rendimenti.  Il risultato è migliore e gli sprechi ridotti. Se abbassate il termostato del riscaldamento di appena un grado centigrado, allora avere già una riduzione degli sprechi pari al 6% circa.

Revisionare la caldaia in uso periodicamente

Un altro modo per tenere sotto controllo i consumi della caldaia e prevenire degli sprechi troppo alti, è chiamare con regolarità per una revisione annuale. Il tecnico della manutenzione e assistenza caldaie Ferroli a Roma deve intervenire periodicamente per tenere bassi i consumi della caldaia. Dopo una bella pulizia del componenti interni e la sostituzione di alcune parti usurate, i consumi sono ridotti. Chi non chiama mai un valido caldaista per servizi di revisione, avrà una bolletta del gas dell’importo altissimo.

Sostituire la vecchia caldaia con un modello ad alta efficienza energetica

Il sistema migliore in assoluto che avete per risolvere il problema della bolletta sempre alta dal gas, è sostituire la vecchia caldaia con un nuovo modello di ultima generazione. Il tecnico della installazione e assistenza caldaie Ferroli a Roma è sempre disponibile a illustrarvi quali sono le opzioni che avete. Oggi al caldaia a condensazione è quella che più di tutte aiuta a ridurre i consumi, anche del 30%. Inoltre, tenete presente che la sostituzione della caldaia tradizionale come quella a condensazione rientra negli  interventi di riqualificazione energetica che prevedono una detrazione pari al 65%. Avrete indietro i due terzi della spesa sostenuta grazie a questi incentivi.