Home » I 5 segnali che indicano che devi cambiare la caldaia

I 5 segnali che indicano che devi cambiare la caldaia

Sostituire la caldaia non è una cosa che si fa spesso. Anzi, se hai acquistato un buon apparecchio e hai regolarmente effettuato la manutenzione ordinaria, la caldaia ha un ciclo di vita di 10 – 12 anni.

Però, prima o poi, arriverà il momento di separarsi. Può essere il caldaista stesso, durante i controlli periodici, ad informarti che è l’ora di cercare una caldaia nuova, Ma puoi valutarlo da solo, tenendo conto di 5 segnali che indicano che devi cambiare la caldaia

1. La caldaia ha già compiuto 10 anni

Come accennato, il ciclo di vita di una caldaia può superare il decennio. Poi è il momento di metterla in pensione, anche se sembra funzionare come sempre. In 10 anni la tecnologia fa passi da gigante, e sicuramente ci saranno in commercio modelli molto più efficienti. L’investimento per l’acquisto quindi si ammortizza con i consumi.

2. Riscaldamento troppo lento

Quando la caldaia offre buone prestazioni, l’acqua calda nei termosifoni arrivano in tempi rapidissimi, e quindi il processo di riscaldamento inizia subito. Se invece ci vuole molto tempo, c’è qualche problema. Una volta esclusi otturazioni nel caloriferi o pressione dell’acqua, probabilmente è la caldaia che non riesce più a fare il suo lavoro.

3.Acqua sotto la caldaia

Se trovi acqua sotto la caldaia, senza alcun dubbio c’è una perdita. Rivolgiti immediatamente a www.assistenzacaldaieariston-roma.com, affinché un tecnico possa valutare la situazione. Potrebbe solo sostituire una valvola, e rimettere in sesto la caldaia. Ma se il danno fosse più grave, sarebbe ora di cambiare l’apparecchio.

4.Troppo rumore

Quando la caldaia è in funzione, il rumore prodotto è continuo ma lieve. Se invece avverti ronzii continui o rumori metallici, richiede un controllo è d’obbligo. Se il problema persiste, forse è il momento di valutare una sostituzione.

5.Meccanismo di accensione in tilt

La caldaia si accende, ricevendo l’input dal termostato. Poi però si spegne immediatamente, e il processo ricomincia. Il problema potrebbe essere nella pressione dell’acqua. Ma se così non fosse, potrebbe essere la scheda madre della caldaia a dare problemi. E in tal caso, sono alte le probabilità di doverne acquistare una nuova.