Home » Prendersi cura del giardino al meglio: come dare acqua

Prendersi cura del giardino al meglio: come dare acqua

Il giardino è uno degli spazi più caratteristici di una casa, e molto spesso il vero e proprio biglietto da visita per tutti gli ospiti. È per questo che, come tale, dovrebbe essere sempre curato e in ordine, ma anche e soprattutto in salute. A questo proposito, per la salute del nostro giardino e il suo corretto mantenimento, evitando così piante secche o terreni annacquati, è molto importante innaffiare in maniera corretta con i diversi strumenti che è possibile trovare tra gli arredi da giardino.

Quando e quanto innaffiare il giardino

Prima di tutto, può essere utile sapere che un prato medio in genere necessita di 5 litri per metro quadro di acqua al giorno. Si tratta di un valore però molto generico e variabile in base a diversi fattori come la stagione, il clima e la tipologia di terreno. Inoltre, se in estate e in generale nei periodi più caldi è importante irrigare il giardino ogni giorno, nei periodi più freddi è invece possibile innaffiare ogni tre giorni. In estate è importante irrigare per almeno 10 minuti, mentre in primavera e in autunno bastano 5 minuti. Per ciò che riguarda gli orari migliori nei quali innaffiare il giardino, in autunno, in primavera e nelle giornate estive meno afose si consiglia il mattino presto, mentre nelle giornate molto calde e afose, la sera.

Come innaffiare il giardino

Oggi vi sono tantissimi strumenti che permettono di innaffiare il giardino, e le piante e i fiori al suo interno, in maniera diversa. Si parte dal più classico annaffiatoio, pratico e di facile utilizzo anche se si desidera fare giardinaggio con i propri bambini, in quanto è possibile trovare annaffiatoi di diverse dimensioni. Vi sono poi i comodi nebulizzatori per rinfrescare i fiori e le piante più sensibili che con la forte azione dell’acqua sulle foglie e sui petali potrebbero rovinarsi. E ancora innovativi irrigatori che utilizzano le normali bottiglie di plastica per annaffiare automaticamente le piante in vaso.

Ma un metodo molto efficace per l’irrigazione del prato è anche il pratico tubo in gomma con tutti i raccordi necessari e la pistola che permette di regolare il getto d’acqua a seconda delle esigenze. Questo metodo risulta infatti particolarmente utile se non si ha un prato perfettamente uniforme ma si possiedono diverse tipologie di piante, fiori e erbe.

Per chi invece presenta giardini di ampie dimensioni o in ogni caso non desideri fare irrigazioni manuali, vi sono i pratici sistemi di irrigazione automatica. Anche in questo caso le tipologie sono molteplici: vi sono irrigatori automatici da giardino o da piante in vaso, microirrigatori, irrigatori pop-up, irrigatori a stella, irrigatori turbo spruzzo, gocciolatori, così come irrigatori automatici statici o dinamici.

Tutti strumenti per irrigare comodamente il proprio giardino che, per un utilizzo ancor più pratico e confortevole, possono essere associati ad accessori come raccordi a più vie o di ricambio, prolunghe, carrello avvolgi tubo, diverse pistole o lance, congiunzioni per rubinetti e molto altro. In altre parole, per ogni giardino è possibile trovare il metodo più adatto e comodo per una perfetta irrigazione.