Rifresco vegano? Tante idee sfiziose per il buffet vegetale

Se devi occuparti di realizzare un rinfresco vegano, ecco alcune idee rubate direttamente al catering Roma per accontentare i gusti di tutti.

La crema di melanzane libanese

Si chiama babaganoush la ricetta per la crema di melanzane tipica dei Paesi medio orientali, come il Libano. È davvero molto più semplice di quanto si possa pensare e servono solo pochissimi ingredienti: una melanzana ovale grande, aglio, olio extra vergine di oliva e qualche fogliolina di menta.

La melanzana va fatta appassire in forno a 140° per un’ora fino a quando la polpa sarà morbida e non si staccherà dalla pelle. Si può fare lo stessa cosa passando la melanzana direttamente sul fuoco del fornello, ma se è grande farà fatica a cuocersi. Si frulla la polpa con gli altri ingredienti ed è fatto! Il suo accompagnamento ideale? Il pane arabo tipo piadina.

La crema di pomodoro e cetrioli alla spagnola

Si chiama gazpacho la crema che si fa con i pomodori in Spagna. Basta mettere nel bicchiere del sfruttatore a immersione pomodori ben maturi freschi, cetrioli, mollica di pane ammollata con acqua, olio, aglio ed erbe aromatiche a piacere. Si ottiene una crema molto fluida che si può servire con uova e tonno. Per i vegani l’ideale sono i crostini o anche le foglie di insalata che diventano dei contenitori perfetti.

La crema di ceci e lenticchie del medio oriente

Un’altra ricetta rubata sia al catering rom che al medio oriente è l’hummus. Anche questa volta, gli ingredienti sono pochissimi: ceci e lenticchie già bolliti o anche in scatola, limone, sale, pepe, aglio. L’ingrediente segreto che rende il gusto autentico è la tahina, la salsa di semi si sesamo.  Se non la trovi al supermercato dove vai di solito, ti basta mettere nel mortaio dove fai il pesto i semi di sesamo e pestarli fino a quando no sono una poltiglia.

L’hummus piace sempre a tutti ed è l’ideale accompagnato con verdurine croccanti e coloratissime come le carote e i peperoni tagliate a listarelle verticali.